News

Know about market updates

Climatizzatori: guida all’acquisto

climatizzatori

Climatizzatori: guida all’acquisto

Climatizzatori, quale scegliere? Dopo questa breve introduzione vediamo i modelli in commercio e valuterai se fanno al caso tuo. Ricorda di non farti prendere dalla fretta dell’acquisto; potresti incorrere in un climatizzatore che non fa al caso tuo, magari anche dal prezzo elevato. Eventualmente, se il caldo non è troppo, valuta di acquistare un ventilatore, giusto per smuovere l’aria e superare i giorni caldi. Ricorta una cosa molto importante, sopratutto per i modelli split, trova un tecnico installatore serio! Una pessima installazione può compromettere le prestazioni del climatizzatore e diminuirne la durata!

Modelli di climatizzatore e prezzi

  • Monoblocco portatili. Aspirano l’aria calda dalla stanza e la mandano all’esterno tramite un tubo che passa attraverso finestra o un buco nella parete, che deve avere un foro apposito oppure deve restare aperta. Questi modelli consumano molto, rinfrescano poco e sono rumorosi. Attenzione che alcuni modelli mandano in depressione la casa (sopratutto se piccola). I prezzi sono indicativamente compresi tra i 200 e i 1100 euro.
  • Split portatili. Costituito da due elementi uniti dal tubo in cui passa il fluido refrigerante. Questa tipologia sta oramai sparendo dal mercato a causa dell’elevata rumorosità. Anche in questo caso il tubo deve passare per la finestra, appositamente forata oppure lasciata aperta con conseguente dispersione del fresco. Per i prezzi si parte da un minimo di 650 a un massimo di 1200 euro.
  • Split fissi. Classici e più utilizzati modelli di climatizzatori, hanno un compressore esterno cui corrisponde un elemento interno (split) montato fisso nella parete nella stanza da rinfrescare. Ci sono modelli che servono solo per rinfrescare e altri, dotati di pompa di calore, che permettono anche di riscaldare l’aria in inverno. Oltre ai modelli tradizionali esistono condizionatori (i più diffusi) dotati di sistema inverter, che mantiene stabile la temperatura con costi energetici più contenuti. I prezzi di questi modelli vanno da poche centinaia di euro a 1500 euro.
  • Multi-split. Molto simile allo split fisso. C’è un compressore esterno con due o più elementi interni. Il vantaggio è che si possono stabilire temperature diverse per i vari ambienti della casa, ma i consumi ne risentono. I multi-split inverter con due unità e con pompa di calore vanno da un minimo di 600 euro a un massimo di 1800 euro. Per tre unità si parte da 1500 euro.

Presta la giusta attenzione:

  • confronta sempre l’etichetta energetica: è utile per fare una scelta precisa dei consumi. Dalla classe A alla classe C il consumo energetico aumenta drasticamente.
  • fatti consigliare da un professionista la posizione di installazione dello split, ne guadagnerai in salute;
  • è molto importante lasciare un po’ di spazio libero intorno ai due elementi del condizionatore split per garantire una corretta circolazione dell’aria;
  • preserva l’elemento esterno dalla luce diretta del sole;
  • chiudi la porta della stanza da raffreddare o riscaldare, eviti così che il condizionatore lavori al massimo regime per compensare la differenza di temperatura tra i vari ambienti;
  • tieni chiuse le finestre della stanza dove è attivo il condizionatore e in estate tieni le tapparelle abbassate in modo che la stanza non si scaldi con la luce del sole;
  • spegni o abbassa la potenza del condizionatore quando non c’è nessuno nella stanza;
  • non programmare una temperatura interna molto più bassa o più alta di quella esterna, perché s’impennano i consumi e ne risente anche la salute:
  • pulisci il filtro (almeno una volta al mese): migliora la qualità dell’aria e diminuiscono i consumi;
  • fai controllare (da un professionista) una volta l’anno il livello del liquido refrigerante;
  • controlla periodicamente la stabilità dell’appoggio su cui è montato l’elemento esterno.

Altri utili consigli nella nostra categoria: GUIDE